gottfried egert verlag
Postfach 1180
D-69259 Wilhelmsfeld
Fax: 06220 / 6701
E-Mail: info@egertverlag.de
Bücher Arb
Hauptstraße 67
69250 Schönau
Tel: 06228/1019
Fax: 06228/8105
E-Mail: verlagsservice@arb24.de

Livia Gaudino-Fallegger
pro lingua Band 16
I dimostrativi nell´italiano parlato.
1992, X + 292 S.
ISBN: 3-926972-26-2
EU 19.00 Klicken, um Artikel zur Bestellung vorzumerken.

Schreiben Sie eine Rezension zu diesem Titel.   

Questo lavoro s´inserisce in quel recente insieme d´opere che intendono ricercare la lingua a partire dalle realizzazioni parlate. In esso viene infatti proposta un´analisi delle forme dimostrative italiane interamente poggiante su un corpus parlato raccolto dall´autrice. Suo scopo è stata una descrizione completa ed esaustiva delle forme questo e quello, insieme ai corrispettivi avverbi, tanto a livello morfosintattico che pragmatico e testuale.
Poiché la funzione prima dei dimostrativi è quella di costituire testualità a partire dai processi referenziali in cui vengono impiegati, la presente opera contiene un´ampia parte teorica nella quale sono state analizzate le più attuali teorie sulla referenza ed il loro valore esplicativo; in essa l´autrice introduce e chiarisce la terminologia corrente per poi proporre soluzioni ed interpretazioni autonome atte a strutturare ed articolare i dati e le osservazioni derivanti dall´analisi empirica.
Questo lavoro intende anche sfatare alcuni luoghi comuni, in parte tramandati dalla grammaticografia italiana, in parte dovuti ad un certo disinteresse della linguistica, sull´uso dei dimostrativi. Tra questi va annoverata la convinzione che i dimostrativi vadano analizzati in primo luogo nell´ambito dei processi deittici, ossia quelli in cui l´oggetto referente è effettivamente presente nella situazione comunicativa condivisa dai parlanti, convinzione che, a sua volta, ha rallentato ricerche approfondite tanto sulle funzioni connettive e testuali da essi svolte quanto sulle complesse relazioni che essi intrattengono con i pronomi personali o, nelle riprese di tipo lessicale, con l´articolo determinativo. L´autrice propone inoltre un´approfondita analisi del termine codesto e giunge alla conclusione che anche nel toscano antico (e a maggior ragione nell´odierna variante diatopica dell´italiano parlato in Toscana) il sistema dimostrativo funzionale era binario e non triadico.
Questa ricerca, soprattutto nelle parti più propriamente descrittive, è accompagnata da un ampio inventario d´esempi, tratti dal corpus, che bene illustrano come l´uso dei dimostrativi sia infine correlato da legami stretti e di varia natura con la tipologia testuale e con il sapere e le conoscenze degli interlocutori.


Seitenanfang | Home

© 2020 by gottfried egert verlag – All rights reserved.
 
Admin